IndiceCalendarioFAQCercaLista UtentiGruppiRegistratiAccedi

Condividere | 
 

 Verbale del consiglio direttivo del 21 gennaio 2011

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
jam!

avatar

Numero di messaggi : 207
Data d'iscrizione : 05.03.09

MessaggioTitolo: Verbale del consiglio direttivo del 21 gennaio 2011   Lun 24 Gen 2011, 21:22

Verbale del consiglio direttivo del 21 gennaio 2011

L’assemblea si riunisce nella sede dell’associazione UParte, in via Primo Maggio 22b, alle ore 21.12. Alla riunione sono presenti i seguenti consiglieri:
- Riccardo Brun, presidente;
- Giada Merri, tesoriere;
- Riccardo Geretto, consigliere;
- Luca Pessa, consigliere;
- Nico Moro, consigliere.

Ordine del giorno:
- mettere ai voti la mozione del consigliere Andrea Pantarotto di reintrodurre una tariffa d'"ingresso" per il cineforum;
- mettere ai voti la proposta presentata dal gruppo draining holes sul cambio della disposizione della sala prove;
- rendicontazione dell'incontro con il sindaco Luigino Moro;
- rendicontazione analisi dei consumi stufette elettriche;
- Decisione di una linea di risparmio energetico per evitare il sovraccarico del contatore;
- rendicontazione sull'organizzazione della rassegna al teatro Pascutto: stanziamento deliberato dalla giunta, programma, spartizione dei compiti;
- rendicontazione situazione maestri odeirna;
- varie ed eventuali.

Dato che Andrea Pantarotto si presenterà alla riunione in ritardo, iniziamo a discutere i punti saltando il primo. Il gruppo dei Draining Holes hanno proposto una disposizione alternativa dell'arredo della sala prove. Non ci sono state altre lamentele a riguardo della disposizione della sala prove, però potremmo comunque valutare l'idea di accogliere la proposta del gruppo. Il punto negativo del loro progetto è che verrebbe eliminato un divano. I presenti discutono su quali siano le implicazioni conseguenti allo spostamento degli strumenti all'interno dello spazio. Inoltre, prendendo le misure ci rendiamo conto che il divano che verrebbe scartato nella sala prove può trovare posto nella sala attesa, con opportuni spostamenti dei mobili. La proposta dunque viene accettata. Alla fine della riunione verrà concretamente effettuato lo spostamento, sia nella sala prove che qui. Il presidente avvisa anche che sono arrivati i pannelli per il soffitto. Giada consiglia che i pannelli vengano sostituiti quando il comune ci costruirà un secondo tetto sopra la sala prove (vedi rendicontazione discorso del sindaco), di modo che non si ripresentino più le stesse infiltrazioni.
Il presidente ci riporta quanto detto dal sindaco quando è venuto qui nella nostra sede l'11 gennaio 2010. L'ipotesi di spostarci nella stazione dei treni è stata messa in secondo piano dal sindaco Luigino Moro, in quanto le convenzioni che si stipulano con RFI prevedono lo stanziamento di fondi per la sistemazione dei locali come prerequisito indispensabile, e laddove si tratti di mettere dei soldi, il comune ha la cassa chiusa. Le possibilità che ha presentato sono invece due:
1) attendere che si concretizzi il destino della ex-Piaget: se diverrà caserma dei carabinieri, si passa direttamente al punto due, altrimenti potrebbe diventare nostra, o (più probabilmente) ospitare qualcun'altro che lascerebbe la sua sede a noi;
2) attendere che il comuni approvi (entro la fine del mandato) il nuovo piano regolatore in modo che sia possibile sfruttare un accordo che è stato preso con un privato circa la costruzione di un complesso commerciale in via Zoccat. Il privato in questione si impegnerebbe a riservare 200 mq ad una destinazione d'uso decisa dal comune. L'unico problema di questa soluzione è che il nuovo piano regolatore sarà approvato alla fine del mandato appunto e bisognerà sperare che il privato mantenga fra 2 anni le stesse condizioni.
Per quanto riguarda infine i problemi strutturali, soprattutto in vista di un cambio sede a lungo termine, il sindaco si è dimostrato favorevole alla costruzione di una tettoia sopra il nostro stabile per limitare le infiltrazioni e garantire un parziale isolamento termico, soprattutto d'estate.
Rita Zanutel invece spinge per l'ipotesi “stazione dei treni“: ella avrebbe chiesto all'assessore Ostan di organizzare una visita ai locali delle ferrovie, secondo lei è indispensabile aver chiaro quali possano/debbano essere gli interventi di sistemazione di questa sede. Si potrebbe scoprire che basterebbe che il comune mettesse il materiale e dei volontari la forza lavoro. Vedremo come si svilupperà questa questione.
Per quanto riguarda i consumi di energia elettrica, il presidente coglie l'occasione per ricordare ai gestori presenti come si riattiva il contatore esterno. Viene sollevata la questione che ultimamente capita che la corrente salti. Questo perchè tenendo accese tutte le stufette della struttura e gli strumenti musicali si supera il limite della potenza massima (è stata effettuata opportuna rilevazione col wattmetro). L'anno scorso a quest'ora la bolletta era di circa 194 euro, mentre l'ultima bolletta è di 271 euro circa. L'aumento è eloquente e bisogna trovare delle soluzioni. Innanzitutto non bisogna superare i limiti indicati nelle stufette (grado 8 in sala attesa, grado 4 in entrata). Inoltre non bisogna dimenticare le stufette accese quando si va via, come è capitato spesso negli ultimi tempi. Quando un gruppo fa prove fino alle dieci, anche se in sala attesa continuano ad esserci persone, il gestore di turno dovrà andare in sala prove e spegnere la stufetta, visto che la sala prove non verrà più usata.
Rassegna cinematografica organizzata da Uparte: il presidente ci mostra il volantino e ringrazia Mattia per l'intenso lavoro che sta facendo per organizzare l'evento. Oggi il comune ci ha dato il 70% della somma richiesta con il preventivo, cioè 4.900 euro. È importante che tutti collaborino con Mattia, soprattutto dal momento che Riccardo e Giada saranno assenti dal 10 al 25 febbraio.

Giada ricorda ai gestori che potremo dare loro la certificazione delle ore di volontariato che svolgono in questa sede, in vista dei crediti formativi per l'esame di scuola superiore.

Viene esposta la mozione di Andrea Pantarotto, relativa alla re introduzione dell'euro di entrata al cineforum. Quattro voti contrari e uno a favore, dunque la proposta viene bocciata.

Il consiglio prende atto della decisione di Antonio Furlanetto, insegnante della nostra scuola di musica, di interrompere il rapporto di lavoro con noi per motivi personali, legati alla sua altra occupazione lavorativa.

Fatto, letto, chiuso e sottoscritto in Santo Stino di Livenza il 21 gennaio 2011 alle ore 22.21.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
 
Verbale del consiglio direttivo del 21 gennaio 2011
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Resoconto - Capodanno a Napoli, piazza del Plebiscito, 31 dicembre 2010 - 1 gennaio 2011
» Video - MTV, MTV Tour Book Mobile, prima parte - 9 gennaio 2011
» Video - MTV, Vip 'N' Clip - 20 gennaio 2011
» Diretta Amici 10 - 27/02/2011 [SEMIFINALE]
» Classica ... un consiglio ?

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
 :: Pubblico :: Riunioni, documenti e informazioni-
Andare verso: